womenoclock@gmail.com

Archivio dell'autore

Ho visto mia figlia ballare

In una Storia del Genere-an History of Gender on 19 febbraio 2014 at 19:56

by AnnaGoclock

One Billion Rising, così si impara a ballare per la giustizia


Quest’anno ho ripassato i passi di “Break the Chain”, seguendo il tutorial sulla 27esima ora, ma non ce l’ho fatta ad essere fisicamente presente in Piazza Duomo.

A casa parlo alle mie figlie del Vday solo da due anni a questa parte, da quando ho cominciato io stessa ad informarmi e ad occuparmene e le più piccole mi osservano interrogative, ma con la più grande è tutta un’altra storia.

Grazie anche alla sua scuola e alle insegnanti che ringrazio, lei c’era in Piazza Duomo e ballava con quel suo modo leggero di inclinare il capo e tutta quell’energia che fa sprizzare dal suo piccolo corpo magro e dai lunghi capelli con i quali si agghinda.

Quando è rientrata mi ha mostrato il video ripreso dal suo ragazzo e io mi sono sentita orgogliosa di lei, ma anche di lui.

E non perché voglio loro bene, ma perché c’erano entrambi e perché sapevano cosa stavano facendo e lo facevano insieme.

Questo post non ha immagini perché vi chiedo di immaginarli, di pensarli, di sognarli, un ragazzo e una ragazza insieme a ballare nel gruppo contro la violenza inimmaginabile, contro le connivenze devastanti, contro la normalità del sopruso.

Con i loro sorrisi, le loro speranze e tenerezze, ma anche la volontà e la consapevolezza di doversi occupare in prima persona del mondo e dei suoi drammi.

Con il loro piccolo contributo per ristabilire un vero equilibrio di genere. Magari è solo un ballo…no è molto di più.

Imparare sbagliare vivere – Nel percorso del vivere ci si ridefinisce.

In una Storia del Genere-an History of Gender on 8 febbraio 2014 at 09:24

By AnnaGoclock

Nel percorso del vivere ci si ridefinisce.

Immagine

Chi ha paura di cambiare, di imparare dai propri errori, di scoprirsi divers* nel modo stesso di imparare, nel come si diventa dopo o nel vedersi come si era prima, ma con gli occhi nuovi, avvolgenti del prima e del dopo e dell’esperienza stessa che è l’imparare a vivere?

Lifelong Learning è un esperienza di vita quotidiana assunta a motto, ed è proprio così che spunta dalle pagine del libro che abbiamo presentato, questi “racconti di acquisizione di conoscenza”. Con qualche sano punto interrogativo sul quel che si fa e la direzione, che spesso è da fuori a dentro, cioè esploro il mondo esterno e poi torno a conoscermi a capirmi… vedermi dentro.

Immagine

Quali sono i termini di questo pieno/permanente apprendere – nel tempo ? … la nostra vita, tutta intera, una parte, una fase?

O solo quell’occasione speciale in cui ci mettiamo in discussione o abbiamo un insight, perchè sentiamo di aver capito qualcosa che prima ci sfuggiva…Oppure le varie fasi della vita di ciascun*, impariamo le stesse cose a venti o quaranta, ma ogni volta con una pienezza diversa,  qualcosa in chiaroscuro appare evidente … prima non c’era….oppure c’era ma ero io che non l’avevo vista.

In tutto questo apprendere, che non è soltanto un lavoro razionale o puramente intellettuale, – anche se è arrivato il momento di sottolineare che c’è un nesso imprescindibile tra lavoro intellettuale ed esperienza  – c’è un grande agitarsi  e mescolarsi di relazioni e ruoli.

C’è l’importanza della dimensione affettiva e l’idea non nuova, ma poco rispettata in passato, che si apprende insieme, a scuola, nella coppia, nella vita.

Immagine

E se vi pare poco, mi sento tanto leggera ed a posto se penso che io continuerò ad imparare, e questa è una libertà.

Autostima per donne

In CHE SUCCEDE IN CITTA', DONNE CHE FANNO COSE, una Storia del Genere-an History of Gender on 26 ottobre 2013 at 11:26

Laboratorio-di-autostima-per-donne_medium

Una bellissima iniziativa in partenza dal prossimo 9 novembre, molto affine al nostro Caffe Ismene, che ci sentiamo di proporvi anche perché offre un servizio di babysitting.
L’iscrizione è gratuita e il modulo deve essere consegnato all’URP del Comune di Trento, dal 28 al 31 ottobre.
Si tratta di un laboratorio di autostima che offrirà alle donne interessate uno spazio e un tempo di confronto, scambio, apprendimento e rafforzamento della fiducia in se stesse.
Un luogo protetto e sicuro, nel quale sperimentarsi e sperimentare un percorso di conoscenza del proprio io e sviluppare un modo diverso di guardare a sé e agli altri.
Il confronto con le altre donne e è accompagnato dalla psicoterapeuta Paola Leonardi, formata presso la scuola socio-psicologica di genere.

Il laboratorio prevede 6 incontri:

9/11 dalle 14.30 alle 18.30

16/11 dalle 14.30 alle 18.30

23/11 dalle 13.00 alle 16.30

30/11 dalle 14.30 alle 18.30

7/12 dalle 14.30 alle 18.30

14/12 dalle 13.00 alle 16.30

DOVE

Auditorium della Circoscrizione S. Giuseppe S. Chiara, Via Perini 2, Trento
Maggiori informazioni sul sito autostima per donne

ISCRIZIONI

La partecipazione al laboratorio è gratuita con iscrizione obbligatoria (25 posti disponibili).

Il modulo di iscrizione può essere richiesto in formato cartaceo presso l’URP – Ufficio Relazioni con il Pubblico in via Manci, 2 o scaricato negli allegati.

Va compilato e consegnato all’Ufficio Relazioni con il Pubblico del Comune di Trento, via Belenzani 3 dal 28 al 31 ottobre dalle ore 9.00 alle 16.30

Sarà a disposizione delle mamme che ne faranno richiesta un servizio di babysitting gratuito.

Informazioni:
Fondazione Famiglia Materna
via Saibanti 6, Rovereto

Telefono 0464 435200, 340 3606047

cose da fare e da non fare

In Caffè Ismene 2013, CHE SUCCEDE IN CITTA', DONNE CHE FANNO COSE, una Storia del Genere-an History of Gender on 23 ottobre 2013 at 12:00

PostoOccupato_posto

in una giornata autunnale il pragmatismo e l’organizzazione attenta del lavoro sono funzionali all’evitare di sbadigliare in faccia a chiunque, quindi tra un decreto e l’altro, mi concedo il tempo per una riflessione sulle proposte per questo fine settimana, miraggio non lavorativo per me – tranne domenica pomeriggio…ma lasciamo perdere…
sì aderire a posto occupato è sicuramente una cosa da fare e noi di womenoclock l’abbiamo fatta. Il prossimo 7 novembre, quando ci incontreremo alla Bookique per l’ultimo incontro del Caffè Ismene di questo anno 2013 parleremo anche di questa iniziativa…

trovare il tempo di andare a MONDO DONNA MOSTRA DELLA MANUALITÀ CREATIVA, DELLA DECORAZIONE E DELLE ARTI
Mostra mercato aperta al pubblico ed agli operatori
Sono 60 gli stands espositivi con prodotti, materiali, spunti, idee e novità per dare sfogo all’estro ed alla passione per le cose ideate e realizzate con le proprie mani.

…mi viene un poco più difficile, anche se io amo l’uncinetto ed il punto croce, visto l’inequivocabile stereotipo associato a “Bricolage e hobbistica, decoro e decoupage, lavoro all’uncinetto e a maglia, della lana e del feltro, arte del quilt e del patchwork, arazzo e tessuto, sartoria e urban knitting, punto croce e ricamo, accessori e arte dell’intreccio del vimini, cuoio e pellame, arte culinaria, conservazione e cake design. “

Mi sembra coinvolgente anche se richiede la prenotazione La Tenda Rossa che mi spiegano così:
Nell’ambito della fiera “Fà la cosa giusta”(presso Trento Fiere, via Briamasco, 2 – Trento)
Un tempo lontano la Tenda Rossa fu un luogo sacro, in cui le donne si ritiravano durante il ciclo. Riconoscevano di
essere in un momento speciale e dunque si riunivano in un luogo speciale.
Là stavano. Là erano. Si coccolavano, parlavano, cantavano, divinavano per l’intera comunità.
Tre giorni di tenda rossa
Ci piacerebbe imparare dalle nostre antenate. Vorremmo che la Tenda Rossa di Trento fosse un caldo abbraccio in cui
abbandonarsi. Un posto speciale dove ESSERE. Dove stare. Dove chiacchierare, dove confrontarsi, dove imparare le
une dalle altre, dove fermarsi, dove riposare, dove urlare, dove cantare, dove…
La Tenda Rossa a Trento metterà radici nell’ambito della fiera “Fa’ la Cosa Giusta”. La troverete nascosta ma
accogliente fra i padiglioni di Trento Fiere, agli stessi orari della Fiera: venerdì 14.30 – 18.30, sabato e domenica
9.00 – 19.00.

Via i libri di Virginia Woolf e Simone de Beauvoir. Il femminismo ce lo insegna Selvaggia Lucarelli.

In una Storia del Genere-an History of Gender on 21 ottobre 2013 at 14:44

Originally posted on Un altro genere di comunicazione:

Attenzione, attenzione.

A tutte le donne italiane, attenzione.

In questi giorni di lunghi dibattiti sulle pennette omofobe e mamme che godono nel servire a tavola, è arrivata l’illuminazione.

L’imparziale Libero pubblica ciò di cui avevamo bisogno: una lista delle donne che fanno vergognare Selvaggia Lucarelli di essere donna.

Anzi, che la fanno stare dalla parte degli uomini, perchè questi sono i due partiti in cui schierarsi. Uomini o donne.

La pretesa è già un’epifania: dovremmo fare autocritica anche noi donne, non solo dare addosso agli uomini.

“Succede che in mezzo a questo recente tripudio di crociate femministe e di donne invitate a far apparecchiare mariti o primogeniti maschi e di t-shirt politicamente corrette e di miss in pensione e di velini maschi, mi sia venuto un dubbio: non è che puntando l’attenzione sui limiti del maschio, sui pregiudizi storici, sul sessismo da bar e gli spot irrispettosi, si sta…

View original 851 altre parole

Corsi per razzisti e sessisti

In una Storia del Genere-an History of Gender on 18 ottobre 2013 at 12:13

Originally posted on A.L.M.A.Blog:

Di Azeb Lucà Trombetta

foto: Marie

foto: Marie

Due giorni fa ho scoperto con profonda amarezza che l’Associazione Anassim di Bologna (Donne native e migranti delle due sponde del Mediterraneo) propone alla cittadinanza razzista e sessista di Bologna seminari, corsi, lezioni, pratiche virtuose, stage e incontri terapeutici. Offrendo la propria esperienza e la professionalità di donne specializzate.

http://radio.rcdc.it/archives/corsi-di-recupero-ai-razzisti-e-la-lega-insorge-126051/

Uscita la notizia sui giornali, non siamo stati risparmiati dal “botta e risposta” tra la responsabile dell’associazione e un consigliere comunale della Lega.

Tutte cose di cui avremmo fatto a meno, è vero, ma sulle quali abbiamo una volta per tutte la necessità di aprire gli occhi.

Abbiamo toccato il fondo.

La discussione sui temi dell’immigrazione ha avuto negli anni varie forme e declinazioni: emergenza, integrazione, sicurezza, inclusione.

Abbiamo fatto cene e pranzi etnici. Cous cous a pioggia come se non ci fosse un domani.

Ci siamo raccontati le nostre storie abbattendo…

View original 652 altre parole

Da quando in qua l’ignoranza é diventata un punto di vista?

In COME SALVARSI LA VITA, una Storia del Genere-an History of Gender on 14 agosto 2013 at 13:49

ignorance-ignorance-point-of-view-la-la-la-la-demotivational-poster-1258905282-1

Cinque fienili. L’anteprima nazionale di Dietro la Stazione di Arno Camisch

In LA DEA PASSIONE on 1 maggio 2013 at 11:43

L’anteprima nazionale della presentazione del libro di Arno Camenisch Dietro la stazione,  Editore Keller, Bookique, Trento nell’ambito del Filfestival della Montagna.

By AnnaGoclok

Nascosta da poster e volantini attaccati alla vetrina di Bookique sono qui che aspetto Arno Camenisch. Attraverso il vetro gli ho scattato una foto in cui appare di profilo con un berretto di lana rossa in testa. Mentre aspetto mi do una letta al Mucchio  -  ex selvaggio – che saranno anni che non ho tempo per cose del genere. E recupero un divertimento leggero che avevo archiviato chissà dove.

269946_10200578545177644_1015332797_n

To be continued…

Leggi il seguito di questo post »

How to Win at Mother’s Day

In una Storia del Genere-an History of Gender on 1 maggio 2013 at 09:51

Originally posted on :

Some of you might remember that two years ago Craig bought me an axe for Mother’s Day. For those who are gaping in horror at your laptop right now, here’s me using it:

me-chopping-wood

And…I loved it. That wasn’t my only gift, but it was the only one I asked for. What? Axes are awesome! Anyhoo, Craig always wins at Mother’s Day because he bothers to think about what I might like and does that. He either gets me exactly what I ask for or drops a surprise that is specific to me.

That’s how it is done, fellas. Please make a note of it.

Until you reach shopping level:pro like Craig, I’m here to help. My benevolence and loathing of awful gifts knows no bounds. So I’m revamping my favorite online shopping sites from last year. There’s going to be a couple of nips and tucks and a complete removal…

View original 305 altre parole

Femminism*?

In una Storia del Genere-an History of Gender on 26 aprile 2013 at 15:27

Japanese Maple Tree

Le donne possono risolvere i loro problemi di visibilità e riconoscimento del loro merito sul lavoro lavorando di più?

Una maggiore leadership femminile porterà ad un trattamento più giusto per tutte le donne?

Creare una rete femminile può considerarsi un bene prezioso? E se la rete è una cena a casa mia? Trovarsi per l’uncinetto o i ferri?

Davvero il successo femminile rappresenta una minaccia per gli uomini?

Ma le donne hanno una resistenza interiore universale a fare carriera in fretta?

Se il lavoro divora o al meno assorbe, le donne non ce la fanno perché non vogliono essere divorate o perché  vogliono che  il tempo di lavoro sia gestito diversamente?

Settenove

Settenove: una casa editrice indipendente • un progetto di prevenzione alla violenza di genere • un impegno contro la discriminazione • un contrasto agli ostacoli culturali • una proposta di nuovi linguaggi • pari opportunità tra le persone • diritti, rispetto, collaborazione • www.facebook.com/settenove.it • www.twitter.com/ed_settenove

violetta plotegher

con le nostre (rel)azioni generiamo comunità

Oyia Brown

A WordPress site to give you a smile

Jane Austen's World

This Jane Austen blog brings Jane Austen, her novels, and the Regency Period alive through food, dress, social customs, and other 19th C. historical details related to this topic.

draw and shoot

Shooting photographs, drawing lines...

A Traveller's Tale

photography and travel interests, places, and things

Writing Through the Fog

Cheri Lucas Rowlands

Un altro genere di comunicazione

Un blog contro il sessismo, l'omofobia e tutte le disuguaglianze di genere

sethsnap

Photographs from my world.

Vikram Roy's Blog

Liberal | Art | Poetry | Culture | Travel | Love | Oxygen: A Complete Blog

Edilio Ciclostile

I buzz into your head

Unmotherly Insights

By Debra Rich Gettleman

An American Girl in Transit

finding style and culture around the world

Bucket List Publications

Indulge- Travel, Adventure, & New Experiences

A.L.M.A.Blog

Collettivo "Alzo La Mano Adesso!"

Googsy Photography

My Favorite Clicks....

uova di gatto

sopralerighe

Photo Nature Blog

Nature and Outdoor Photography by Jeffrey Foltice

Watching The Photo Reels Go Round And Round...

Snapshots of a self-taught photographer's photographic journey and process..."I'm just sitting here watching the wheels go round and round, I really love to watch them roll... People asking questions lost in confusion, Well I tell them there's no problems, Only solutions..." --John Lennon

You Monsters Are People.

A million screams. A billion dreams.

Adolesco

Prima o poi cresceranno. Come sopravvivere ai figli adolescenti

Solo Frammenti

Suoni che arrivano dritti al cuore

italianintransito

... per andare dove dobbiamo andare, dove dobbiamo andare?

Sara Maino

Multimedia artist: theatre, video, installations, poetry performance

nientedipersonalesolosesso

liquidamente fra mente fantasia e pelle

Il mio giornale di bordo

Il Vincitore è l'uomo che non ha rinunciato ai propri sogni.

Sfumature Mondiali

Luoghi dimenticati impressi in alcune memorie

Doctor Blue and Sister Robinia

Il blog personale di Valter Binaghi, scrittore e musicista

cronichlesofmari

the open diary of mari key

Womenoclock

WoMenoclock! About women, About men, for everybody. Wake up....and dream!

Lo Spirito Del Tempo

Pensieri, Cultura, Evoluzione ;)

A Constant Reverie

The fanciful musings of a compulsive writer. Mostly poetry at the moment.

KIDS' BRAIN: Books, Reviews, and Information Now!

a blog for parents and young readers

chocolate is a verb

colors, flavors, whims and other growing things

No más

Enough!

By The Firelight

Paul Doyle on books, writing & short stories, often in Spanish

Pier Marton

More Than You Want To Know

The 19th Century Flower Child

writings from a romantic idealist born in the wrong era

Peoples Academy Library

Learn it in the library...Use it in your life!

binarypotatoe

Get ready.. Fight your resistance

Sparkles and Sweat

In Shape and Insane!

The Temperamental Kitchen

Writer, Baker, Blogger, Wife

Alius et Idem

No sabía qué ponerme y me puse feliz.

bccida-Un disinvolto mondo di criminali

A great WordPress.com site

Il Libro di Ahania

Arts and Crafts

Quellochenonhodetto

io non è che se scrivo mi capisco, ma mi spiego.

Marisa Moles's Weblog

Le idee migliori sono proprietà di tutti (Seneca)

lorvil

This is a little space where I talk about places and share photos and opinions. If you follow me, I'll follow you back. Thanks

LACUCINADILUX

Mangia bene che vivi meglio!

Le nuvole di Chiara

"Vivi e lascia vivere"

LET ME TALK ABOUT...

https://www.facebook.com/giuliosmoke88

Love for Interiors

interiors & other stories

Womanshades

Neanche quando dormo tengo la bocca chiusa.

valepiace

Vintage, fashion, social, web

Beni Culturali 3.0

Promuovere Tutelare Valorizzare

Buy fashion products

Welcome to Linda's house

La settima arte

Un fantastico sito di Fabio Buccolini dove discutere ed informarsi sulle novità della settima arte.

signorwhite

Hai dannatamente ragione

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 1.085 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: