Agnes Heller e la sindrome di Cenerentola

All’inizio ci fu la lotta per l’emancipazione, per essere davvero parte della cittadinanza, il diritto a votare: se ciò fosse stato fatto, avrebbe seguito l’uguaglianza economica. Questo non è stato ottenuto interamente, ma alcuni lo hanno accettato. Poi c’è stata la liberazione sessuale e la liberazione per ottenere la stessa istruzione rispetto agli uomini. Ci sono ancora cose da fare, specialmente nella dipendenza dagli uomini: c’è ancora moltissima dipendenza sessuale. Ti faccio un esempio: quando chiedi alle donne chi vogliono sposare, loro credono ancora che l’uomo che sposano debba essere un po’ avanti a loro, sopra di loro: devono guardare in alto all’uomo. Fin tanto che devi guardare in alto verso l’uomo non sei libera. Perché dobbiamo essere uguali, dobbiamo essere la destra e la sinistra, non il sopra e il sotto: è un’assurdità che l’amore sia legato al guardare in alto verso qualcosa! Fin tanto che questo esiste, c’è un importantissimo passo per la liberazione da fare. Anche il fatto che l’uomo deve essere un po’ più vecchio della donna: anche quello è stupido! L’uomo può avere anche 20 anni in meno di noi: se una donna può essere più giovane di un uomo, allora può valere anche l’opposto. Sono tutte abitudini sessuali, tradizioni sessuali che dobbiamo superare.

Agnes  Heller, La Repubblica, 18 settembre 2012

http://it.wikipedia.org/wiki/%C3%81gnes_Heller