Donne che odiano le donne

by Chiaraoclock (Chiara Lombardo)

 

Pausa caffè 

– Hai visto com’è venuta vestita “la Rotty”?

– Non ancora, ma prima ho sentito sfilare in corridoio i tacchi-occasioni-speciali. C’è riunione coi Grandi Capi, oggi!

– Pensa che, un attimo fa, sono entrata in bagno e ho dovuto aprire la finestra da tanto profumo si era spruzzata addosso. Disgustoso.

– D’altronde si deve pur far notare dagli uomini…

– E quel seno, non ti pare lievitato ultimamente? Rifatto?

– No, no, quella è tutta imbottitura! Mica come me che con “queste” ho sfamato tre figli!

– Già, lei non immagina neanche lontanamente cosa significhi essere mamma. Mi chiede sempre di mio figlio, ma non si ricorda neanche se sia maschio o femmina. L’unica cosa che non scorda mai, di me, è che sono “un part-time” (e non so per quanto tempo ancora, se va avanti di questo passo…).

– Una così di figli è meglio che non ne abbia proprio: li lascerebbe tutto il giorno alle baby-sitter e continuerebbe a lavorare qui dipinta fino alle nove di sera.

– Ci pensi che bello, invece, se ci rimanesse? Per qualche mese non l’avremmo più col fiato sul collo…

– Scherzi? Conoscendola, è capace di rientrarti in ufficio dopo una settimana!

Alla toilette

Dunque…la chiavetta con la presentazione ce l’ho, le calze sono a posto, il cellulare è silenziato…ma perché sono sempre così agitata, come se da questi CdA dipendesse tutta la mia vita?

Mi sa che ora devo andare (il ritardo, qui dentro, è permesso solo agli uomini).

Se solo le mie segretarie fossero d’aiuto…prima ho chiesto una fotocopia e mi hanno guardata come se venissi da Marte.

A volte vorrei fare come loro: uscire alle tre, trovare a casa un frugolotto che mi aspetta, stringerlo tra le braccia, e smetterla, per una volta, di dovermi continuamente difendere.

La Braga, poi, non la sopporto più. Ci prova gusto a parlarmi di suo figlio – o figlia? – quasi a volermi dire: “Io sono una donna vera, tu no”.

Come se essere donna si riducesse ad allattare e cambiare pannolini…

Ma a Natale quel part-time glielo tolgo, ho deciso. E’ finita la pacchia, si torna a lavorare, cara mia!

Forse ho esagerato con il profumo…queste scarpe mi fanno male…la testa anche…sono sfinita prima ancora di cominciare.

Ma quello sopra il labbro è un graffio o una ruga? Aspetta che forse riesco a nasconderlo con il rossetto…ecco…così.

Adesso sì che sono perfetta.

7 comments

  1. Quanto è stata dura per me rendermi conto che “donne che odiano le donne” sia la consuetudine sul posto di lavoro…mentre ingenuamente (e per fortuna!) le mie esperienze fino a non molto tempo fa mi avevano portato a credere che la normalità fosse il lavoro di squadra, il rispetto reciproco, la volontà di imparare qualcosa dalle altre e la riconoscenza quando questo accade, quando l’altra persona ti lascia qualcosa di sé.

  2. certe volte penso che nel lavoro, specie negli uffici, le donne diano il peggio di sè nei rapporti fra loro…sarà la convivenza forzata, senza riuscire a fare gruppo, altra spesso mancanza delle donne sul lavoro, sarà il “divide et impera” delle odierne strategie organizzatrici del lavoro…brave ad eseguire, anche a prendere in mano situazioni ingarbugliate con creatività, ma poco propense a collaborare…

  3. “Donne che odiano le donne”?… Non mi sorprende: io credo infatti che, quando ‘odiamo’ qualcuno, lo ‘odiamo’ perché vediamo nella sua immagine qualcosa che STA DENTRO DI NOI, qualcosa che ‘odiamo’ in noi stessi e di cui sotto sotto ci vergogniamo.
    Ecco, allora, perché il nostro ‘odio’ ricade quasi sempre su persone del nostro stesso sesso e/o della stessa nostra condizione sociale!… Per la semplice ragione che questa persone CI ASSOMIGLIANO DI PIÙ (ed è quindi più facile che scatti l’accennato meccanismo psicologico).
    P.S.: Ma, adesso che ci penso, è forse SOLTANTO per questa ragione (non anche per merito mio o … delle donne) che, nella mia pur lunga vita, non sono MAI -proprio MAI- arrivato ad ‘odiare’ alcuna donna?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...