Morelli

by Saxoclock (Luisa Sax)
morellicorpodonna[1]
Sfogliando una vecchia enciclopedia della storia d’Italia, mi sono imbattuta in questo singolare personaggio politico finalmente amico delle donne e che purtroppo non ha avuto molta fortuna, come e peggio di noi…peccato…onore alla memoria di un vero e generoso progressista. Nato a Carovigno (Puglia) il 1° maggio 1814 e morto, poverissimo, a Pozzuoli (NA) il 22 ottobre 1880, incarcerato per 10 anni dai Borboni, avvocato, diventa consigliere comunale a Napoli dal 1860 al ’67, viene eletto alla Camera dal 1867 al 1880.
Salvatore Morelli è stato il primo parlamentare in Europa, prima di Stuart Mill che era meno aperturista di lui verso il vagheggiato “Risorgimento delle donne”, a presentare proposte di legge per il voto alle donne, il divorzio, la cremazione, la parità dei sessi e la differenza di genere (sosteneva che in natura non c’è uguaglianza, ma differenza), la parità figlio naturale col figlio legittimo, il bicognome ai neonati, il bicognome ai coniugi.
Grazie al suo impegno le ragazze vengono ammesse a frequentare i primi due anni del Ginnasio. L’unica sua proposta approvata fu la legge che dovrebbe portare il suo nome per riconoscere alle donne la facoltà di diventare testimoni nella cause.Formulò sin da quando sedeva in Consiglio Comunale a Napoli i programmi per una scuola: pubblica, gratuita e laica.Morelli

Scrisse il famoso libro “La donna e la scienza”, la cui terza edizione dedicò allla nobildonna pedagogista milanese Claudia Antona Traversi (prima traduttrice in Italia delle opere di Stuart Mill)

Conosciuto all’estero, sconosciuto in Italia, in Puglia e nella stessa Carovigno.