Sarzana, Festival della Mente

Siamo affezionate alle proposte del Festival della Mente di Sarzana, giunto alla X edizione.

Segnaliamo quindi tra le sue iniziative alcune di quelle che giudichiamo interessanti che hanno protagoniste donne:

Sarzana, Festival della Mente

sabato 31 Agosto 2013, ore 12 noon.sala Canale Lunense11 – euro 3.50  Nicla Vassallo  – La donna è un’invenzione
Con l’articolo determinativo posto di fronte a “donna” vogliamo indicare una donna assoluta. Una mera invenzione. Di comodo. Con “la donna” ci piacerebbe catturare l’unica donna (non certo una donna unica), una sorta di immutabile musa, un’essenza femminile dentro cui forzare a ogni costo le troppe differenze e varietà tra donne, per negarle o renderle inspiegabili, in nome di questa nostra invenzione. Di fatto ancor oggi, limitandoci anche solo ai paesi occidentali, le donne detengono ruoli sociali e sessuali prefissati, devono rispettare certe norme comportamentali e le loro caratteristiche – non solo fisiche, ma pure psicologiche, oltre che di dress-code – devono risultare femminili, banalmente uniformi, sulla scia della femminilità de la-donna-invenzione. Senza singolare creatività. Chi non si adegua non viene considerata una “vera” donna.

Nicla Vassallo filosofa specializzatasi al King’s College London, è professore ordinario di Filosofia teoretica presso l’Università di Genova. La sua ricerca riguarda l’epistemologia, la filosofia della conoscenza, la metafisica, i gender studies. Autrice o coautrice di oltre cento pubblicazioni, della sua produzione scientifica ricordiamo: Filosofia delle donne (2007), Teoria della conoscenza (2008) per Editori Laterza; Piccolo trattato di epistemologia (Codice Edizioni, 2010); Per sentito dire (Feltrinelli, 2011); Conversazioni (con illustrazioni di Francesca Biasetton, Mimesis, 2012). Fa parte di consigli direttivi e comitati scientifici di autorevoli riviste specialistiche, oltre che di associazioni e fondazioni. Scrive di cultura e filosofia su testate giornalistiche tra cui Domenica de Il Sole 24 ore e il Venerdì di Repubblica. Ha vinto il premio di filosofia Viaggio a Siracusa nel 2011. Di prossima pubblicazione la sua raccolta di poesie Orlando in ordine sparso (Mimesis, ottobre 2013).

sabato 31 Agosto 2013, ore 19.00.Chiostro di San Francesco3 – euro 3.50    Gabriella Caramore  – La conoscenza imperfetta
Stupore e desiderio, movimento febbrile del pensiero, fame di esperienza, accelerazione verso l’ignoto: sono queste le dinamiche con cui la mente del bambino si apre al mondo e fa apprendistato di esistenza. Proprio per questo, però, per il suo essere sempre arrischiata e protesa all’ignoto, la conoscenza, nel bambino, è sempre imperfetta. Non arriva, come nell’adulto, a un sapere appagato e compiuto. Si muove in una dialettica di sperimentazione e di errore, di follia e di scoperta, di imprecisione e di rischio. Ma proprio questa è la sapienza imperfetta che tutte le grandi tradizioni religiose e filosofiche hanno additato come l’unica vera. Dal pensiero greco, secondo cui il vero sapere sta nel “non sapere”, a quello biblico per cui è «stolta la sapienza del mondo», a quello orientale in cui «essere simile a un neonato è la pienezza della virtù».

Gabriella Caramore saggista e autrice radiofonica, da molti anni conduce la trasmissione di cultura religiosa di Radio3 Uomini e Profeti; all’interno dello stesso spazio ha curato una lettura e un commento sistematico del testo biblico. Dirige una collana di testi di spiritualità per Morcelliana. Ha insegnato Religioni e comunicazione presso l’Università La Sapienza di Roma e ha curato l’edizione italiana di opere di G. Lukács (Diario 1910-11, Adelphi, 1983), V. Segalen (Il doppio Rimbaud, Archinto, 1990), Y. Bonnefoy (L’impossibile e la libertà, Marietti, 1988; Entroterra, Donzelli, 2004; Rimbaud, Donzelli, 2010), S. Kierkegaard (Memorie di un seduttore, Rizzoli, 2009), G. Zagrebelsky (Giuda. Il tradimento fedele, Einaudi, 2011). Tra i suoi libri: Il sogno è potenza di realtà (Aliberti, 2010); La fatica della luce (2008), Nessuno ha mai visto Dio (2012), Come un bambino (2013) per Morcelliana; Le domande dell’uomo (con M. Ciampa, La Scuola, 2013).

domenica 01 Settembre 2013, ore 12 noon.piazza Matteotti1 – euro 3.50  Lella Costa  – Di cosa parliamo quando parliamo di ironia
«L’ironia è una dichiarazione di dignità. È l’affermazione della superiorità dell’essere umano su quello che gli capita»: a partire da questa definizione di Romain Gary, Lella Costa spiega come l’ironia sia un costante tentativo di libertà di pensiero, di onestà intellettuale, l’antidoto a ogni forma di assolutismo e integralismo. L’ironia è un metodo di interpretazione del mondo che consiste nell’essere capaci di modificare prospettiva e punto di vista. È essere stoici senza farlo pesare e intelligenti senza farsi notare, è frequentare il dubbio e diffidare delle verità conclamate. Un esercizio quotidiano di sopravvivenza, indispensabile per affrontare la vita. Una «dichiarazione di identità», assoluta e non negoziabile. E dunque, oggi più che mai, indispensabile.

Lella Costa è una delle più amate autrici e attrici teatrali italiane. Dopo l’esordio nel 1980 con il monologo Repertorio, cioè l’orfana e il reggicalze, debutta nel 1987 con il primo spettacolo di cui è anche autrice, Adlib, a cui seguiranno, tra gli altri, Un’altra storia (1998) Precise Parole (2000) e Traviata (2002) con la regia di Gabriele Vacis; Femminile e singolare. Vedi alla voce poetessa (2010); Alice, una meraviglia di Paese (2005), Amleto (2007), Ragazze, nelle lande scoperchiate del fuori (2009), Arie (2011) e Casomai senza un saluto (2013) con la regia di Giorgio Gallione. I testi dei suoi spettacoli teatrali sono contenuti in La daga nel loden (1992), Che faccia fare (1998), In tournée (2002) e Amleto, Alice e la Traviata (2008), editi da Feltrinelli. Impegnata anche con la televisione, il cinema e la radio, è autrice di La sindrome di Gertrude. Quasi un’autobiografia (con A. Càsoli, Rizzoli, 2009); Come una specie di sorriso (Piemme, 2012).

SANYO DIGITAL CAMERA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...