Qualunque sia il problema

Qualunque sia il problema…non è vostro!

by AnnaGoclock

Se c’è un’affermazione sulla quale dovremmo riuscire ad essere tutt* d’accordo è che gli sforzi per raggiungere la parità di genere devono essere molteplici e diversificati.

images 23

Ma creare, o almeno contribuire a creare, una coscienza civile  è un servizio che rendiamo a noi stesse e a* altr* per il quale al momento non sembra possiamo di porre di strumenti migliori di quelli che vengono definiti piccoli stratagemmi, sui quali rivendichiamo pure il diritto di non essere d’accordo. E parlo precisamente delle quote rosa.
Sul discorso donne vs scienza, dai dati forniti dalla rivista Nature apprendiamo che il 79% dei professori universitari di scienze sono uomini e che nel campo delle scienze le donne guadagnano appena l’82% dei colleghi; ma anche nel nostro paese la disparità di genere è un fatto che non si affronta, come illustra il rapporto Donne e Scienza – L’Italia e il contesto internazionale,  curato dal centro di ricerca Observa – Science in Society.

paga donne
I dati sono vecchi ovviamente (2009) – ancora non si è capito come fare a far coincidere ai dati raccolti la realtà che con quegli stessi dati si vorrebbe descrivere – comunque sia da quelli risulta che nelle facoltà di ingegneria le donne che ricoprono questo ruolo di “professore ordinario” sono appena l’8,4% del totale.
Sulla questione io, francamente, sono d’accordo con la neuroscienziata Jennifer Raymond della Stanford University School of Medicine, in Usa, che “fa un appello direttamente alle colleghe donne invitandole a prendere coscienza del proprio valore contrattando sui salari e non cedendo alla tentazione di vedersi, prima che scienziate, madri e mogli. Secondo la Raymond, bisogna chiedere “trasparenza nei salari, nelle assunzioni, nella rappresentanza e nelle decisioni editoriali”. Per iniziare, potrebbe essere utile valutare l’assegnazione di posti di lavoro, finanziamenti e premi “alla cieca”, cioè non conoscendo l’identità di colui o colei che ne fa richiesta.”

noidonne
In ogni caso siate scienziate se vi pare, indagate investigate chiedete e pensatevi come scienziate, il problema qualunque sia, non è vostro.

Fonte e link http://daily.wired.it/news/scienza/2013/03/08/donne-scienza-parita-genere-6725.html

N.B. In uno dei prossimi Caffè parleremo di medicina di genere, save the date!