#Sentimental –“Rosa come un romanzo di poca cosa”

by Silkoclock

rosa 1Ebbene sì! L’ho comprato e l’ho letto, con godimento.

Il pretesto era la giornata di pioggia uggiosa, il fatto che la storia si svolge a Parigi e io avevo voglia di immergermi nella vita di quelle strade. Anche a distanza, anche senza perdermi nelle mille pagine de I Miserabili, senza rileggere i libri già letti, da Hemingway alla Stein. Certo, bei libri ce ne sono altri cento su Parigi, allora perché scegliere proprio l’ultimo romanzetto rosa dal titolo accattivante e insopportabile di un’autrice che non conosco? (Caroline Vermalle, La Felicità delle piccole cose, ed Feltrinelli)? Avevo voglia di disimpegno, mi dico, di cadere per quelle vie con nonchalance, di una scusa per una fantasticheria da poco…

copertina

Mi è piaciuto? Sì, mi è piaciuto per due ore profanare di sentimentalismo il Giardino di Monet a Giverny, ritrovare la Tour Eiffel nella sua bolla con la neve finta in copertina, perfino l‘intermezzo del grande amore gay (non facciamoci mancare nulla), il lieto fine con ben due matrimoni felici e (non facciamoci mancare nulla) facoltosi. E poi?

Ho notato che ultimamente in libreria si è allungato il bancone dei romanzi rosa. Prima accanto dilagavano i libri umoristici, ora questi si sono ridimensionati, anche quelli più commerciali. Il Rosa però imperversa, assieme all’altrettanto traboccante Noir e agli oramai inevitabili libri di cucina. Poi un po’ i generi si intersecano, romanzi con ricette, noir quasi rosa ecc.

Ma com’è che nel XXI secolo il Rosa sopravvive, anzi trionfa ?

Industria seriale, che sforna cifre irragionevoli di fatturato e pubblicazioni tutte uguali, best seller di intrattenimento anestetico, tutti di inverosimili peripezie amorose con non meno improbabile agnizione e botta di culo finale..

Barbara Cartland e Liala 

Cosa cerchiamo noi donne in questi romanzetti, come altrettante di noi trovano gusto nelle soap-opera televisive? Perché Via col vento vende ancora oggi milioni di copie? Cosa ci tocca, cosa amiamo non sospettando di amare tra quelle pagine ( e io, lo confesso, mi commuovo) ?