#FumettialFemminile – graphic novel e autobiografia

asa 3

by Silkoclock

La graphic novel è la modalità scelta da due donne contemporanee per raccontare la loro autobiografia.

Per primo, in Persepolis (Persepolis. Histoire d’une femme insoumise), un fumetto storico/autobiografico, scritto e e disegnato dall’autrice iraniana Marjane Satrapi.
L’opera racconta la vita dell’autrice, dall’infanzia trascorsa in Iran sino all’età adulta. Persepolis narra l’Iran, i mutamenti che in quel Paese si sono avuti con la rivoluzione islamica, visti attraverso gli occhi prima di una bambina e poi di una donna adulta; descrive quindi il passaggio in Europa, visto da un’adolescente costretta all’esilio dal suo Paese.

Invece 7° piano, dell’illustratrice e fumettista svedese Åsa Grennvall, è una una graphic novel per parlare della violenza contro le donne. La graphic novel della Grennvall racconta una storia semplice, piana, di “normali” molestie. È una vicenda da cronaca locale, da racconto tra amiche.

Entrambe le autrici partono dalla loro esperienza esistenziale per mettere a fuoco storie del vissuto contemporaneo delle donne: Marjane Satrapi una dittatura opprimente soprattutto verso le donne, Åsa Grennvall lo stalking e le sue conseguenze,  entrambe con tratti netti e essenziali nell’illustrazione, che bene evidenziano la trama del racconto.