Ah, allontanarsi!

by Marionoclock

Ci sono avventure dello spirito e avventure che si fanno con la valigia in mano. Entrambe affascinanti, anche perché entrambe non sono state mai troppo precluse alle donne.

Avventurose del viaggio – forse per la storia stessa del loro Paese – sono state soprattutto le donne inglesi, da Mary Wollstonecraft che nel Settecento s’imbarca per il Mare del Nord fino a Freya Stark che esplora a lungo i paesi arabi, ma vi sono anche, inaspettatamente, alcune svizzere eccellenti: Isabelle Eberhardt che percorre il deserto con i tuareg o Annemarie Schwarzenbach, che nel 1939 raggiunge l’India in automobile insieme ad un’amica ginevrina dalla vita altrettanto audace, Ella Maillart, e trova se stessa in un lungo viaggio solitario sul fiume Congo.

donna con valige

Vere esploratrici o semplici inquiete in cerca di appagamenti esotici, le donne viaggiatrici hanno lasciato molte testimonianze scritte, talvolta divenute importanti opere nelle letterature dei loro Paesi.

E oggi, oggi che tutto è esplorato, e che si viaggia, anzi, si naviga, in Internet, sono migliaia i libri, i siti e i blog che ci raccontano di avventure anche estreme vissute in prima persona da donne. Chi non ricorda l’italianissima Carla Perrotti, “la signora dei deserti”, la donna che si lascia tutto alle spalle per affrontare, da sola e a piedi, le dune dorate di mezzo pianeta? La rete è piena di documenti e immagini che la riguardano.

Fra i siti per donne in cerca di esperienze avventurose, http://www.leagueofadventurouswomen.org/ offre una vasta scelta di opzioni di “imparare, fare, andare”, che non includono solo il viaggiare: si va dagli scacchi ai giri in mongolfiera, il tutto riservato solo al genere femminile.

Ma il più divertente sito è senza dubbio http://www.adventurewomen.com/. Riservato a over 30, come recita la presentazione del sito, la filosofia alla base del gruppo è il segreto delle facce sorridenti che animano le varie sezioni:

Fa’ ciò che ami, fallo spesso; Nella vita non esiste la certezza, esiste solo l’avventura; Siamo unite nelle differenze; Apri la tua mente le tue braccia il tuo cuore a nuove cose e a nuove persone; Alcune opportunità capitano solo una volta, prendile al volo; E soprattutto, 6: Viaggia spesso: perderti ti aiuterà a trovarti!

Per approfondire: Mary Wollstonecraft, Letters Written During a Short Residence in Sweden, Norway, and Denmark (si possono leggere online su: http://www.gutenberg.org/files/3529/3529-h/3529-h.htm)

Ella Maillart, La via crudele. Due donne in viaggio dall’Europa a Kabul (EDT, 2001)

Carla Perrotti, Silenzi di sabbia (Corbaccio, 2005)