Je te

donna-felice

io ti farò leggere le mie poesie segrete
ti racconterò vecchie storie georgiane
ti darò i miei gioielli più belli
e li allaccerò alle tue caviglie
per l’inguine
ti farò un quadrato di seta
farò dei grandi disegni infantili
sui tuoi muri di donna
ti mostrerò i miei vecchi album di fotografie
ti parlerò di mia madre, dei miei due padri
e di tutti gli altri che non ho avuto
vuoterò le tasche e ti darò
il mio ultimo chewing-gum
lascerò delle parole dolci in cirillico
nel tuo quaderno
mi calcherò il tuo berreto 1900
e nel vano della porta
ti darò un bacio all’angolo della guancia
e me andrò piano nella notte
di Port Royal.

poesia femminista francese anonima, 1974
da La Poesia Femminista, a cura di Nadia Fusini e Mariella Gramaglia, Roma 1974

???????????????????????????????