Quelli/e che Lella Costa…

 

“Quelli che io sono favorevole alla parità però le femministe esagerano.
Quelli che io nella mia giunta ho il cinquanta per cento di donne ma mi ci trovo benissimo, e a parte che è un obbligo di legge non si è mai sognato di chiedersi come si trovano loro con lui.
Quelli che se una donna tradisce è più grave perché le donne ci mettono il cuore mentre per gli uomini è solo sesso.
Quelli che una donna che non avere figli è contro natura.
Quelli che una donna che vuole avere figli dopo i cinquant’anni è contro natura.
Quelli che sì va be’ il femminicidio però ci sono anche le donne che uccidono gli uomini.
Quelli che l’amicizia tra uomo e donna non può esistere.
Quelli che l’amicizia tra uomo e donna può esistere benissimo se lei è brutta.
Quelli che io ho solo amiche donne e se tu gli fai notare che bastava dire amiche non capiscono cosa vuoi dire.
Quelli che in casa mia comanda mia moglie.
Quelli che comunque il potere vero lo han sempre avuto le donne perché poi in camera da letto (variante: a tavola) ai mariti gli fanno fare tutto quello che vogliono loro.
Quelli che se andiamo avanti così dovremo chiedere le quote azzurre.
Quelli che io a mia moglie non ho mai fatto mancare niente.
Quelli che le donne saranno brave in tanti sport ma per il calcio sono negate.
Quelli che se il pilota è una donna scendono dall’aereo.
Quelli che sono stati molestati dalla capufficio e siccome non hanno ceduto alle sue avances non hanno fatto carriera.
Quelli che le donne sono un valore aggiunto.
Quelli che per una donna è diverso.

Quelle che io sono a favore della parità però le femministe esagerano.
Quelle che mio marito stira meglio di me solo che non ha mai tempo.
Quelle che io sono donna e femmina ma se gli chiedi cosa vuol dire ti guardano con compatimento e scuotono la testa perché se non lo capisci da sola è inutile provare a spiegartelo e comunque è evidente che tu non lo sei.
Quelle che sì va be’ il femminicidio però certe donne la violenza se la vanno a cercare.
Quelle che io ho solo amici maschi e se gli fai notare che bastava dire amici ti rispondono che non è vero perché in italiano il plurale è sempre maschile e comprende anche le donne e invece loro ci tengono a specificare che proprio non hanno amiche femmine ed è meglio finirla lì se no dopo un po’ diventa come «dove-vai-al cinema – a vedere che cosa – Quo vadis – cosa vuol dire – dove vai – al cinema».
Quelle che le cattiverie peggiori nella vita gliele hanno fatte proprio le donne.
Quelle che io sul lavoro sono sempre stata rispettata e comunque tante scene per una pacca sul sedere, ma quali molestie, per gli uomini quello è un complimento.
Quelle che mio figlio non ha stuprato nessuno e poi si sa come sono i ragazzi quando sono in gruppo, è stata quella lì a provocarli.
Quelle che l’uomo ha le sue esigenze.
Quelle che certo che le donne sono superiori ma agli uomini non bisogna farlo capire se no si deprimono e poi per reazione diventano violenti.
Quelle che se un uomo fa figli a settant’anni è la natura.
Quelle che non votano per le donne perché in politica conta l’esperienza e gli uomini ne hanno di più.
Quelle che vorrei tanto innamorarmi di una donna ma purtroppo sono eterosessuale.
Quelle che le quote rosa sono umilianti non siamo mica dei (delle?) panda.
Quelle che per me contano le persone a prescindere dal sesso.
Quelle che per me conta il sesso a prescindere dalle persone.
Quelle che per un uomo è diverso.”

Lella Costa, dal suo libro “Che bello essere noi”

 

 

 

2 comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...