Men on the train

Il tipo olandese voleva insegnarmi una parola della sua lingua, simile a “leccornia”, per dire “nice” come poi tradusse in inglese. Doveva essere già un po’ brillo, dopo l’aperitivo di rito, quando mi salutò alla stazione con un “ciao bella”.

treni 1

In treno un tedesco leggeva Stephen King; mi salutò con un sorriso interrogativo, un congedo sospeso che eludeva il presente. E Raf mandò un messaggio dal suo telefonino: “Sei grande come un fiore che brilla di notte”. Non so cosa volesse dire, penso dovesse sembrargli poetico. train cell

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...