Lacrime a ferragosto

A volte la morte va in scena a braccio. Alita suggerimenti brevi, aliti di vento per bandiere di pirati, e quello che deve accade.

Femminicidio a Trento, in una casa amica. La mia città di adozione, le mie strade.

Per caso incontro la figlia dell’uomo del momento, le sue lacrime mi stringono il cuore: è una figlia aveva un padre. Tutto in me dolorosamente si contrae e si fa domande urgenti. Era una madre, aveva due figli. Era una figlia ha visto sua madre uccisa.

Quante facce ha questa violenza sulle donne, nemmeno si arriva a pensarle tutte quando si leggono i giornali. Finiremo per non legarci più a nessuno, a non amare più? Certo di questo amore possiamo fare a meno.

Dobbiamo fare di più per noi donne e per gli uomini che dicono di non saper vivere senza di noi, ma in realtà non sanno vivere e basta.

images-2

Un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...