Paolo Poli o la verve de vivre

by Silkoclock

E’ andato in onda su Rai3, nelle sere dei sabati d’estate, un bel programma con Pino Strabioli e Paolo Poli. Nascosto negli anfratti del palinsesto estivo ha fatto un gran botto!

Bello fin dal titolo, quel “E lasciatemi divertire!” che assieme alla riscoperta di Aldo Palazzeschi, di cui a ogni puntata Poli legge una strepitosa poesia, ne riassume l’anima.

Di Paolo Poli, a parte qualche incrocio fiorentino, ho un ricordo romagnolo. A Imola, a un bar con la cabina della teleselezione, quando ancora non c’erano i cellulari e per i fuori sede per telefonare fuori provincia le possibilità erano poche.

Aspetto il mio turno, la cabina è occupata; quando ecco che dalla cabina esce lui, Paolo Poli. Io entro nella cabina per non perdere il mio turno e vengo investita da un alito di profumo mozzafiato: rose, gardenie, peonie? Una girandola intensa di odori floreali mi avvolge e mi perdo inebriata in un effluvio d’oriente.

Quando esco Poli è ancora lì, ci scambiamo una lunga occhiata, io dai miei occhiacci neri di giovane ventenne, lui dal suo sguardo serafico. Tutto qui. Ma che gran spettacolo.

poli-dame

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...