La Biblioteca delle donne che hanno scelto la libertà

981070_965612406827931_6996735046497665145_o

Vogliamo raccontarvi di un progetto di libri e libertà.

Si tratta di un’iniziativa del Servizio Aurora di Fondazione Famiglia Materna (Rovereto), struttura che  offre accoglienza e sostegno psicosociale a donne che hanno scelto di intraprendere un percorso di uscita dalla violenza.

Il Progetto “Biblioteca Aurora” è nato dalla consapevolezza che i libri sono strumenti potentissimi di cambiamento ed autodeterminazione. Le donne rinascono anche dai libri che scelgono e trovano ­ in  essi le parole per raccontare ai loro figli la libertà. Le operatrici del Servizio Aurora hanno quindi preparato una “lista dei desideri” inserendo molti titoli che le donne incontrate, nel tempo,  hanno apprezzato e trovato stimolanti.

Chiunque può costruire la Biblioteca Aurora donando un libro. Farlo è semplice: basta andare in una delle librerie aderenti al Progetto e scegliere, lasciando ­ – se lo desidera – un messaggio.

Le librerie aderenti all’Iniziativa sono:Bambina libro (1)

  • La Seggiolina Blu e Il Papiro, a Trento;
  • Mondadori e Piccolo Blu, a Rovereto.

Martedì 8 Marzo, in occasione della Giornata Internazionale della Donna, l’iniziativa sarà presentata presso la Libreria La Seggiolina Blu di Trento, alle 18,30.

Insieme alla Libraia Soledad Rivas, ne parleranno: M. Luisa Bonura, psicologa e coordinatrice del Servizio Aurora (nonché Louise o’clock) ed Elisa Fava, volontaria in Servizio Civile di Fondazione Famiglia Materna e curatrice del progetto.