Storia di spartiti spariti e ritrovati

bibliocentrale

Scritture del tutto particolari: spartiti musicali di donne che in ogni tempo si sono dedicate alla composizioni, e in particolare quelli scritti da compositrici presenti negli archivi della città di Trento.

Alcune di queste pagine sono esposte in occasione del Festival Qual Piuma al Vento all’interno delle rispettive biblioteche trentine che li custodiscono:

– Biblioteca Comunale di via Roma (da oggi in Sala Manzoni, al piano terra)
– Biblioteca del Conservatorio Bonporti (al secondo piano, momentaneamente chiusa fino a mercoledì 30 per
le festività Pasqual)!
– Biblioteca Diocesana presso il Vigilianum (terzo piano)

Come raccontava Patricia Adkins Chiti la prima giornata del Festival, le compositrici nei secoli sono state più di migliaia, dai tempi dei Sumeri e della prima compositrice conosciuta, Enhendianna sacerdotessa di un’importante divinità quale Innanna, alle nostre contemporanee, altrettanto misconosciute.

E’ tempo di conoscerle e valorizzarle anche attraverso la loro scrittura, tirando i loro spartiti  fuori dagli archivi e portandoli nelle sale da concerto!

 

 

photo by Alessandro Zanon