Parlando di: The Dressmaker e La pazza gioia.

By Silkoclock

Due storie di donne eccessive, dal destino maledetto che altro non è che la costruzione sociale in cui vivono. Due storie meno paradossali di quanto la resa cinematografica porterebbe a credere.

Storie di complicità femminile.

the dressmaker 2

Nei toni della black comedy in The Dressmaker, il difficile affetto tra Molly la madre eccentrica e Tilly la figlia, due ribelli segnate come streghe dalla gretta collettività australiana in cui vivono.

 

Nei toni della commedia italiana ne La Pazza gioia, l’amicizia attraversata dalla follia tra Beatrice e Donatella, una solare e egocentrica, l’altra introversa e ferita, contrastanti e complici.

Prove di libertà e rivincite in cui la fragilità psicologica ed esistenziale delle protagoniste si forgia, ma la volontà di riscatto è presto tarpata dal confronto crudele con la realtà, con il profitto e la meschinità degli altri.

la pazza gioia

Tilly troverà la sua via d’uscita nella vendetta e nella fuga, le due pazzerelle di Virzì nella rassicurante inclusione in una comunità sciamannata e alternativa.
Tutte, troveranno la forza di continuare nel sogno vivo di pienezza ereditato nell’ebbrezza di un’esperienza di indipendenza e rivendicazione.

thedressmaker_03

Un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...