Audre Lorde, amore di donne

AudreLorde 2

Una poesia da Cables to rage di Audre Lorde nella traduzione di Maria Luisa Vezzali/WIT (Women In Translation)
In una notte di luna piena

I

Dalla mia carne affamata
dalla mia bocca esperta
esce la forma che sto cercando
a ragione.
La curva del tuo corpo
si modella nella mia mano in attesa
la tua carne calda come luce del sole
le tue labbra rapide come uccellini
tra le tue cosce il dolce
acuto gusto dei lime

Così ti tengo
proprio nel centro del cuore
nell’esperienza della pelle
mentre le mie dita creano la tua carne
sento il tuo ventre
curvarsi sul mio.

Prima che la luna tramonti ancora
noi verremo insieme.

II

E io ero la luna
detta sulla tua carne invitante
rompevo le riserve
il pensiero arenato
le mie mani pronte alla tua alta marea
sopra e sotto dentro di te
e il passaggio della fame
presente, dimenticata.

Sorta oscura
la luna parla
i miei occhi
soppesano la tue rotondità
deliziose.

audre-lorde (1)On A Night of The Full Moon
I

Out of my flesh that hungers
and my mouth that knows
comes the shape I am seeking
for reason.
The curve of your body
fits my waiting hand
your flesh warm as sunlight
your lips quick as young birds
between your thighs the sweet
sharp taste of limes

Thus I hold you
frank in my heart’s eye
in my skin’s knowing
as my fingers conceive your flesh
I feel your stomach
curving against mine

Before the moon wanes again
we shall come together.

II

And I would be the moon
spoken over your beckoning flesh
breaking against reservations
beaching thought
my hands at your high tide
over and under inside you
and the passing of hungers
attended, forgotten.

Darkly risen
the moon speaks
my eyes
judging your roundness
delightful.