come rimettersi a posto le ali

Se nel 2016 non avete volato abbastanza in alto o se le vostre ali per un motivo o l’altro si sono rotte, spezzate, incrinate e desiderate che quest’anno sia tutta un’altra storia, questa è la rubrica che fa per voi.
1. Benvenuta creatività.
Uno degli errori più grandi che commettiamo quando si tratta essere creative è forzare e spingere.
Non stiamo partorendo, la creatività arriva quando siamo concentrate e rilassate nello stesso tempo.
scrivere-pc-caffe
Probabilmente abbiamo – come sempre -fretta, e  questo è il risultato del nostro bisogno di “avere/fare tutto subito”. Altrimenti non ce la faremo.

Ma non è questione di farcela,  quando si tratta di creatività, non possiamo fare clic su un pulsante e aspettare che ci arrivi una mail con oggetto: ecco la creatività che aspettavi!
Abbiamo sperimentato i momenti impossibili nei quali splendente di neve dorata arriva un ‘ottima idea, che in quei momenti non possiamo mettere in pratica: docce a figl*, code alla cassa, treno in arrivo, riunioni di lavoro.
E penso che è lì che abbiamo sbagliato.
Io credo che quello sia il risultato dell’aver tanto desiderato, delle infinite silenziose chiamate che abbiamo fatto alle quali la nostra creatività ha deciso di rispondere, finalmente.
Il nostro compito non è quello di produrre idee creative, ma semplicemente catturarle quando affiorano dal nucleo del nostro essere nella nostramente. In realtà è lei che chiama noi. E noi vogliamo ascoltare le sue chiamate.
Ah, quella sensazione ipertrofizzante (*)che ci raggiunge quando i nostri progetti si sono alimentati con tanta gioia e fede  e poi sentiamo l’adrenalina correre attraverso i nostri corpi, rilasciata da un’idea che si fa strada nella nostra consapevolezza!
In effetti non facciamo che afferrarla e la mia idea è che dovremmo rotolare con lei su un prato o correre agitando le ali come se fossimo uccelli: fare ciò che deve essere fatto per farla accadere.
Si inizia con un rallentamento, e quindi creando lo spazio per quando sarà il momento giusto.
Respirare, scrivere…
Ci aggiorniamo!
(*) ipertrofico: aumento patologico di cellule o di un organo. può essere riferito all’ego.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...