Intervista a Paola Leonardi: Paola, una donna per le donne

by Patrizia Argentino

A Framura (borgo della riviera ligure di Levante tra il comune di Deiva Marina a ovest, e quello di Bonassola a est ) per qualche giorno, ne approfitto per andare a trovare Paola Leonardi, sociologa, psicoterapeuta e fondatrice del Centro Autostima Donne. Mi accoglie nel suo studio zeppo di libri, foto e oggetti dai mille colori. E colorata lo è anche lei, eccome. Mi sorride radiosa sotto ai capelli biondo platino tra cui spunta un irriverente ciuffo verde. 

Al che scatta subito la prima domanda: 

Io: Tutto attorno a te sprizza energia e solarità, appari agli antipodi di quella depressione di cui invece ti occupi molto: qual è il tuo segreto?

Paola: Nessun segreto: ho lavorato sodo per ritrovare la potenza e l’autorevolezza del femminile. Avevo capito che qualcosa della mia vita funzionava in maniera diversa da come avrei voluto. Dovevo rafforzare la fiducia in me stessa, quella che noi donne fatichiamo a ritrovare perché difficilmente ci viene riconosciuta. Ho dato allora valore alla mia forza ma anche alle mie fragilità imparando “ciò che sento, ciò che penso e ciò che desidero”, per sprigionare energia vitale e progettualità reale.

Io: Detto così sembra facile! Ma dimmi un po’… da cosa è nata l’idea di fondare un centro di Autostima Donne?

P: L’idea è venuta dalle esperienze fatte con altre colleghe quando lavoravo nei servizi psichiatrici di psichiatria avanzata in Emilia Romagna. La depressione che colpisce le donne nasce dal disvalore femminile e può essere superata valorizzando le proprie qualità, scoprendo la propria identità e trasformandola in una risorsa fondamentale: l’autostima.

Ho sentito quindi la necessità di offrire un aiuto non solo attraverso le psicoterapie individuali, che ora pratico anche al telefono, (cell: 335/5373853), ma aprendo una scuola di formazione in socio- psicologia delle donne. Ovvero i cosiddetti “cerchi delle donne”, in cui ritrovare forza e sostegno attraverso: condivisione, identificazione e reinterpretazione degli eventi. Un percorso di trasmissione di quei saperi generati dal movimento delle donne anni ’70. Ma anche percorso di formazione ed esperienza in cui si utilizzano modalità di parola, attività grafico pittorica, scrittura di sé come autocura e lavoro col corpo, come yoga e danza, indispensabile per riuscire a decodificare emozioni e sentimenti. Insomma, salvare me stessa e, insieme, cambiare il destino di tutte le donne.

Io: Ma chi sono le donne che vengono da te?

P: Donne di ogni età ed estrazione sociale. In particolare donne che lavorano con altre donne nei centri di ascolto, nei centri anti violenza, nei servizi sociosanitari, psicologhe e psichiatre.

Io: Hanno un denominatore comune?

P: Certo che sì: partecipare per una conoscenza maggiore di sé, per consapevolezza e coscienza del valore di essere donne.

Io: Dove avvengono questi incontri?

P: Il primo Centro Autostima era stato allestito a Milano, (avevamo una succursale anche a Piacenza), ma ora ho trasferito tutto a Framura, un posto suggestivo vicino alle Cinque Terre, capace di favorire introspezione ed evoluzione.

Io: Quando si terranno i prossimi “cerchi delle donne” e quanto durano?

P: Gli incontri occupano lo spazio di un weekend ognuno con una tematica diversa. Il prossimo appuntamento è per sabato 20 e domenica 21maggio: “I legami d’amore e le dipendenze affettive”;

poi sabato 1 e domenica 2 luglio: “Depresse non si nasce … si diventa. Le 12 tappe per trasformare la depressione in risorsa”.

Io: Questo non è anche il titolo del tuo ultimo libro?

P: Sì, perché è un tema centrale della vita di noi donne, proprio per le condizioni che storicamente ci caratterizzano.

Io: Se ti chiedessi un messaggio finale da lasciare per ognuna di noi?

P: Vivere con coraggio –  senza dover essere, senza voler essere – poter essere finalmente noi stesse, nell’amore, negli affetti, nel lavoro.

Su queste parole mi congedo con la sensazione di avere ricaricato le pile. Effetto Paola Leonardi.

 

 

Per info: 

sito: www.autostimadonne.it

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...