Che faccio?

Che cosa faccio se non sono d’accordo? Tutto quello che posso.

Sarà questo quello che ha pensato Nancy Pelosi quando ha deciso di parlare per più di otto ore consecutive ( 8 ore e 16 minuti) sotto gli occhi sbalorditi non solo di colleghi e colleghe ma dei media del mondo interno che ha seguito e riportato (si poteva fare di più) il discorso ad oltranza che ha bloccato la Camera dei Rappresentanti americana, sfruttando un cavillo nei regolamenti che consente solo al leader del gruppo di sforare i cinque tassativi minuti.

Non piace alla Casa Bianca la leader dei Democratici, partito in minoranza da quando Donald Trump è il presidente degli americani.

Pelosi ha parlato in favore dei Dreamers, i giovani protetti dalla deportazione dal DACA – Deferred Action for Childood Arrivals, il provvedimento adottato dalla Camera durante l’amministrazione Obama che scade il 5 marzo ed il Senato non vuole rinnovare: sono i figli degli immigrati clandestini che entrati bambini hanno studiato e sono cresciuti in America ed oggi sono dei giovani capaci di restituire al paese capacità e talenti. Con la loro forza lavoro, con le loro idee.

Politica, deputata e femminista statunitense Nancy Pelosi ha mostrato grande dignità e consapevolezza, parlando senza spostarsi mai dal posto assegnatole senza andare in bagno, bagnandosi la bocca ogni tanto e scendendo dalle scarpe con i tacchi con grande eleganza, mantenendo sempre la concentrazione sull’argomento: i bambini non sono responsabili per la clandestinità dei genitori, non hanno colpe.

Era dal 1909 che nessuno parlava così a lungo e quindi ha battuto un record.

È una questione di budget, le hanno risposto i Repubblicani, nel budget non deve per forza esserci ogni spesa venga in mente ai Democratici.

Trump ha comunicato che sì si possono proteggere i Dreamers, ma tutto questo va coniugato con una severa politica di controlli contro le immigrazioni illegali.

Abbiamo cose in cui crediamo e per queste cose noi vogliamo combattere, ha detto Pelosi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...