Mi interrogo

by Luisa Sax

Mi interrogo sul perché non mi sbatto più troppo oramai: pochi viaggi e radi impegni, entusiasmi contenuti, adesioni ponderate, tranquille serate sul divano davanti alla tv…

sarà che molto mi è già capitato…

Negli ultimi anni diventare madre di mia madre, emotivamente, è stato il colmo..ma non metto limiti alla provvidenza…non si sa mai…(con annessi scongiuri vari…)

Mi chiedo anche se, per il fatto di non avere procreato, subirò i contraccolpi del forse non lungimirante, ma economicamente vantaggioso e moralmente responsabile sano egoismo della gioventù?

Ero, invero, in sintonia con molte donne dei miei tempi ( post ’68 ) ovvero in buona compagnia, noi, le figlie “ complicate “ e forse viziate del baby boom, che non vollero figliare.

Canticchiavo: Sex and drug and rock and roll..ecco quello che ci vuol…

Non diedi il permesso di alterare, anche solo momentaneamente, ma dolorosamente il mio corpo e mettere in pericolo la mia preziosa libertà creativa, né concedere ad alcunchè di seppellire le mia ambizioni artistiche, che oltretutto però non ebbi mai la forza di imporre convintamente.

Ambiziosa senza crudeltà (né fanatismo) fu il mio peccato originale

Ambiziosa con signorilità e senza capacità di rapacità.

Ed ora una quasi tipica, senile serenità…

Quanto durerà? Come finirà?

Temo i colpi di coda, i colpi di fulmine, e i colpi tout-court.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...