Festività

By Luisa Sax

Ma perchè in Italia l’8 marzo le donne (e gli uomini) devono andare a lavorare ? Che festa è? Una festa di serie B ?

Perché poi quasi tutte le nostre feste devono dipendere dal calendario cattolico ?

In realtá ci sono anche il 25 Aprile, il primo maggio e il 2 giugno, come feste laiche, ma hanno vergognosamente soppresso la festa del giorno dei morti, lasciandoci fortunatamente quella attigua di Tuttisanti. Ricordo che, anni fa, erano due bei giorni festivi insieme, santi e morti, cosí si poteva raggiungere con calma anche un cimitero lontano, incontrare i cugini di campagna…altri tempi…

Penso seriamente che il calendario festivo vada rivisto in senso laico, io come già detto aggiungerei inderogabilmente l’8 marzo. Magari, se proprio proprio si volesse risparmiare, toglierei al suo posto l’8 dicembre, festa dell’Immacolata concezione (?) una festa ormai incomprensibile ai più, ma che fa comodo ai milanesi, che ci attaccano il 7 festa di Sant’Ambrogio, loro patrono.

Renderei festivo anche il 14 febbraio, San Valentino, il giorno degli innamorati (talvolta è bello essere innamorati…)

Abolirei la festa del papà e della mamma, in tempi di procreazione assistita eterologa e omologa, GPA e chi più ne ha più ne metta, meglio evitare imbarazzi alle “nuove famiglie” e le sostituirei con una “ Festa delle famiglie si vogliono bene ”. Che poi, volersi bene è già una festa e non serve altro..

Aggiungerei una nuova festa: la FESTA DEL CONSUMATORE ON LINE , un giorno in cui tutte le attività inerenti le vendite on line siano sospese, e i consumatori digitali costretti a staccare per un giorno la spina, e dove persino Amazon fosse resa inaccessibile, magari, omaggiando il giorno del compleanno di Bezos…così forse non lo avremo contro…A quale ricco megalomane non piacerebbe che il mondo intero festeggiasse la sua nascita? A costo di rimetterci …

Per il futuro mi spingerei a ipotizzare anche la prima festa dei robot intelligenti.

In verità bisognerebbe anche, più modestamente, festeggiare LA LAVATRICE , che tanto sollievo ha dato alle schiene e alle braccia delle donne…

Però alla festa del primo uomo sulla luna o, perchè no, del primo cane nello spazio ci si poteva anche pensare, ai tempi, ma non è mai troppo tardi…toc toc..qualcuno mi ascolta ?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...