Poesia è donna 3

by Viky Keller e Claudia Neri

Mi riparavo gli occhi con la mano, in quella mattina piena di sole.

Ho incontrato il tuo sguardo che mi puntava fisso.

Nessuna parola ha distratto quel momento. 

Un fermo immagine in mezzo alla tempesta, attorno a noi il mondo era tumulto e fragore.

Eri come impigliata in una ragnatela, i tratti distorti, il sorriso imbrigliato in maglie fini.

Sotto quello strano velo ti credevo lontanissima.

Mi sono chiesto se dovessi liberarti, se fosse quella la supplica muta celata nei tuoi occhi.

Ma tu desideravi solo essere capita.  Se fossi rimasto semplicemente fermo a farmi osservare!

Poi forse sarebbe bastato farti un sorriso, porgerti la mano.

Per farti rimanere.

 

Lyrics by Viky Keller, Photo by Claudia Neri

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...